segadiala.jpg

Passo Fittanze della Sega di Ala

Sarà la salita decisiva del Giro d’Italia? Difficile, ma non impossibile visto che viene il giorno dopo una tappa molto impegnativa (da Sacile a Cortina d’Ampezzo e da queste parti, precisamente andando a Folgaria, Cadel Evans perse una maglia rosa arrivando attardato di molti minuti).

Sarà la salita più panoramica? No. La tappa n.16, infatti, nel suo viaggio da Sacile a Cortina d’Ampezzo passerà per Fedaia, Pordoi e Giau!

Sarà quella con il maggior dislivello? No, saranno numerose le salite con un dislivello superiore.

La cima Coppi? Per nulla, si arriva solo a 1248 mslm. La cima Coppi sarà il passo Pordoi, superato il giorno precedente.

Anche se non vanterà nessuno di questi titoli, una delle salite più particolari del prossimo Giro d’Italia sarà senz’altro il passo delle Fittanze della Sega di Ala.
Il prossimo 27 maggio, infatti, si chiuderà qui la 17esima tappa del Giro numero 104. E’ un’ascesa poco nota, quasi segreta, che unisce il Trentino meridionale ai verdi declivi della veneta Lessinia.
Si parte dai dintorni di Ala, e precisamente dalla frazione Sdruzzinà, lungo la statale 12 del Brennero e dell’Abetone, a 162 mslm, per salire su ripide pendenze fino al passo posto a 1348 metri di quota. Il dislivello proposto dalla salita è quindi di 1286 metri distribuiti su poco meno di quattordici chilometri: la pendenza media è dunque del 9%. Attenzione però: il dato medio è “annacquato” dai primi cinquecento metri al 5% e da un finale in cui (salvo l’inizio del dodicesimo chilometro) si rimane sempre sul 5-6%. Dalla metà del primo chilometro fino al km 10 ci si alzerà sui pedali continuamente per digerire pendenze medie (calcolate sul mezzo chilometro) che arriveranno fino al 15% pur offrendo radi momenti di tregua.
Il Giro passerà a fine maggio, nel pieno dell’attività zootecnica che caratterizza il punto d’arrivo, immerso tra radure e pascoli di media quota: ben diverso, invece, lo scenario della salita, avvolta da un fitto bosco di latifoglie e conifere. Il fondovalle della Vallagarina, solcata dall’Adige, s’intravede solo ogni tanto.

La giornata si preannuncia vivace. La tappa partirà da Canazei e, dopo aver seguito il corso dell’Avisio fino a Trento, si incanalerà nell’ampia valle dell’Adige fino a Rovereto ed Ala. Qui si darà fuoco alle polveri con la salita al passo di San Valentino (descritto qui), una veloce discesa su Brentonico e Mori, un nuovo passaggio da Ala e la salita finale al passo delle Fittanze della Sega di Ala.

Questo valico, come detto, apre le porte della Lessinia, un’ampia regione che, tra morbide colline, aspri dirupi e qualche cima più imponente sullo sfondo, è caratterizzata da panorami ampi e verdeggianti, una cultura di derivazione germanica (è una delle isole culturali in cui sono forti le tracce del passato cimbro) ed interessanti formazioni geologiche (Ponte di Veja, valle delle Sfingi su tutti). Ne parliamo:

Clicca qui per le pedalate in Lessinia

Clicca qui per i trekking in Lessinia

Clicca qui per una guida descrittiva alla Lessinia

Ala, nei pressi del punto di partenza, è invece la “città di velluto” per il suo passato segnato da una laboriosa industria tessile. 

Ed infine: i dettagli della salita grazie a www.salite.ch (clic)

Nei dintorni.. R&B COLLE AMENO
Una base ideale per tutti gli itinerari sul Baldo, in val di Gresta, Vallarsa e Vallagarina, compresa la facile pista ciclabile lungo l'Adige è sicuramente il Colle Ameno!

Il palazzo d'epoca, che presenta notevoli e preziosi aspetti storici risalenti anche al Seicento, ha un ampio cortile interno protetto, cantine scavate nella roccia e una sala nobile al primo piano con stucchi e rivestimenti lavorati in legno, stufe a ole e un loggiato aperto con cotto originale del '700.
Il palazzo si trova ai piedi del Colle Ameno (o Dosso Alto) di Borgo Sacco, una piccola altura rocciosa situata lungo la riva sinistra del fiume Adige.
Oltre ad un un deposito custodito e videosorvegliato per le biciclette il R&B Colle Ameno offre un bar, wi-fi, un centro benessere con sauna, idromassaggio, sala relax, un cortile con gazebi, una grotta dove degustare birra artigianale, vini e grappa trentini, un giardino con piante tipiche vallagarine ed una stube con sala TV e relax.
http://www.colleamenobeb.it/

Colle Ameno
Room & Breakfast
Via Colle Ameno, 6 - Borgo Sacco - Rovereto
telefono 0464-480711 e-mail info@colleamenobeb.it
Visita anche la pagina Fb: www.facebook.com/colleameno

 

Condividi su  -