Più di mille itinerari per pedalare e camminare, centinaia di guide alle località più interessanti delle Alpi e degli Appennini senza dimenticare i laghi ed anche le coste del Nord Italia.
In sella o scarponi ai piedi tante idee per vivere giornate e vacanze indimenticabili! Chi siamo per spiegare il nostro sito e la filosofia! Il blog per aggiornamenti e novità!
E se vuoi arrivare direttamente a ciò che cerchi usa la lente in alto a destra! 

Itinerario del giorno

La strada degli Eroi
Lasciati Ispirare

La strada degli Eroi

sulle pendici del Pasubio, pedalando dove s'è scritta la storia d'Italia

Trenta chilometri vivaci e ricchi di spunti interessanti per questo itinerario attorno al Pasubio.
Dal passo Pian delle Fugazze (1162 mslm) si scende per cinquecento metri verso Schio prima di svoltare a sinistra ed incominciare la salita, sterrata, al rifugio Generale Papa (1929 mslm, km 11.4). La salita, "Strada degli Eroi", è costante su uno sterrato abbastanza compatto, intervallato da tratti in asfalto in corrispondenza dei tornanti più duri. Negli ultimi chilometri si transita attraverso alcune gallerie di guerra prima di arrivare al rifugio, presso le "Porte del Pasubio".
La prima di queste gallerie è dedicata al generale d'Havet e permette di passare dalla val di Fieno alla val Canale. 
La zona è "sacra alla patria" ed è monumento nazionale: sono visibili resti e lapidi per i Cad...

Continua a leggere...

Ultima News

Renon, per rifiorire a primavera
News

Renon, per rifiorire a primavera

dalle pedalate alle passeggiate, fino all'apicoltura, la meditazione e il tiro con l'arco

Il Renon, si sa, è uno dei balconi panoramici più affascinanti dell’Alto Adige e come d’autunno è possibile vivere l’evolversi del foliage dalle più alte quote fino alle più basse, prolungando le emozioni cromatiche per più di un mese, così a primavera le fioriture accendono dapprima i prati ed i giardini alle quote inferiori e poi, progressivamente, guadagnano quota fino a raggiungere le pendici più elevante.
Sentieri e piste forestali del Renon, infatti, si dipanano dal fondovalle dell’Adige e dell’Isarco, alle porte di Bolzano, fino alla vetta del Corno di Renon, alta 2260 metri sul livello del mare.

Sport e attività all’aria aperta sono il modo migliore per conoscere questo altopiano, i suoi piccoli paesi, i suoi citati panorami e le sue caratteristiche piramidi di te...

Continua a leggere...