Alta Badia_Maratona dles Dolomites-Enel_Manuel Glira-min.jpg

Alta Badia, si lavora alla 34esima Maratona

In Alta Badia si sta lavorando alla 34esima edizione della Maratona dles Dolomites che, forse, mai come quest’anno è attesa ed ambìta.
E forse perché il tema è l’arte, mai come quest’anno la sua predisposizione richiederà che ogni elemento venga curato ed allestito nel migliore dei modi. Se il 2020 aveva lasciato la Maratona dles Dolomites “incompiuta”, come tante opere d’arte, l’auspicio per il 2021 è portare a termine il lavoro e tornare a pedalare sulle strade delle Dolomiti.
D’altronde, Le Corbusier definì le Dolomiti la “più bella architettura naturale del mondo” e pertanto non è sbagliato parlare di “arte” quando ci si riferisce a questo incantevole scenario. Uno scenario che, sempre a proposito di arte, ospiterà la nuova edizione di Smach, l’esposizione artistica open-air di cui abbiamo parlato qui (clic): durante la Maratona dles Dolomites le installazioni verranno esposte in anteprima lungo le strade interessate dalla gara.
Non solo: i premi della 34° edizione sono stati realizzati con l’aiuto della rinomata scuola d’arte di Ortisei “Cademia”. Gli studenti della 4a e 5a classe del Liceo Artistico, sezione design, e della 3a e 4a classe della Scuola Professionale per l'Artigianato Artistico, sezione scultura, hanno progettato i trofei, secondo criteri originali e creativi. Si è instaurata, inoltre, una collaborazione con l’Istituto d’arte Scola d’Ert G. Soraperra della Val di Fassa. Le valli ladine, come ben sappiamo, non vantano soltanto bellezze naturali incomparabili, ma godono di un patrimonio artistico di notevole valore. Nei secoli passati l'artigianato artistico ha svolto un ruolo economicamente importante in quasi tutta la Ladinia. È interessante osservare come nelle diverse vallate si sia sviluppata una produzione specifica, molto specializzata e complessivamente di buon livello qualitativo, che ha contribuito a uno sviluppo socioeconomico in seno a una società in prevalenza contadina. L’Istituto d’arte G. Soraperra ha contribuito a condurre questi simboli artistici delle valli ladine nel contemporaneo. Attraverso la tecnica degli stickers cara agli street artists, saranno collocati lungo il percorso graffiti giganti, che hanno come soggetto gli elementi chiave dell’artigianato artistico ladino.
I percorsi sono i tre “classici” e che raccontiamo nel dettaglio in questa pagina: clic
C’è chi ha tentato anche di associare la cucina alla Maratona: l’Equipe Enervit, nella persona di Elena Casiraghi, e lo chef stellato Nicola Laera, attivo presso La Stüa de Michil dell’Hotel Perla, hanno dedicato ai ciclisti un “Riso carnaroli mantecato al buon Enrico dei nostri pascoli con ricotta di capra del Maso Ciores, caviale di trota lacustre e chips alla cipolla rossa”. “Il riso è un carboidrato privo di glutine, che aiuta il recupero delle energie (glicogeno) dopo lo sforzo. La ricotta di latte di capra, lavorata con sale e pepe è invece fonte di proteine e contribuisce dunque al recupero muscolare. Infine il caviale di trota dona sapidità al piatto, le chips di cipolla rossa e il buon Enrico, lo spinacio di montagna di cui si raccolgono solo le cime, lavorate con il burro freddo, sono alimenti ricchi di polifenoli e nitrati vegetali. Si tratta di un piatto curato in ogni dettaglio e che appaga in maniera leggera e funzionale la fame del ciclista dopo lo sforzo compiuto. Il piatto verrà presentato in occasione della Maratona e potrà essere degustato durante tutta l’estate presso i ristoranti dell’Alta Badia, che aderiscono all’iniziativa”.
Gli aggiornamenti sulla sicurezza sono disponibili qui: maratona.it/safety.
Infine, anche se mancherà Alex Zanardi, ancora impegnato nel tentativo di riprendersi dal terribile incidente della scorsa estate, saranno presenti otto atleti paraolimpici di Obiettivo3, il progetto sportivo fondato proprio da Alex Zanardi. La loro partecipazione sarà particolarmente significativa perché da La Villa daranno il via ad un nuovo progetto che sarà svelato nelle prossime settimane.

Foto: Manuel Glira

Condividi su  -