thumbnail_ARRIVO 4.jpg

Sportful 2021

Le iscrizioni si sono aperte a Capodanno e, nonostante la festività ed il clima di incertezza, già trecento persone si sono iscritte alla prossima Granfondo Sportful Dolomiti Race di Feltre (Belluno).
L'evento, come noto, è in calendario per il prossimo 20 giugno 2021.
Dopo l’annullamento dell’edizione 2020 causa emergenza coronavirus, il comitato organizzatore ha sospeso la tradizionale apertura di ottobre rinviandola a Capodanno 2021, nel segno del motto “anno nuovo, vita nuova” e con la voglia di gettare alle spalle un anno da dimenticare per tutti guadando con fiducia al futuro.
Il primo iscritto è un abitante di Udine che già a mezzogiorno, orario di apertura delle iscrizioni, si è catapultato sul sito per assicurarsi il pettorale. La prima donna, invece, è una tedesca.

In tutto, la prima giornata di iscrizioni si è conclusa con trecento iscrizioni (il 30% effettuate da partecipanti all'edizione annullata del 2020). Venti gli stranieri, provenienti da Germania, Gran Bretagna, Austria, Olanda, Slovacchia, Svizzera e Norvegia!

Abbiamo voluto riaprire le iscrizioni alla granfondo di Feltre il 1 gennaio per dare un segnale di ottimismo e speranza – spiega Ivan Piol, presidente del comitato organizzatore – ci rendiamo conto che la situazione è ancora complicata, ma adesso sono cominciate le vaccinazioni, dobbiamo guardare al futuro con ottimismo. Siamo molto felici della risposta dei granfondisti che va oltre le nostre aspettative, poi il fatto che ci siano molti iscritti nuovi per noi è un segno importante, non siamo gli unici che hanno voglia di ripartire e i ciclisti hanno colto il nostro messaggio di speranza. Il fatto che si iscrivano nonostante l’incertezza e a quota piena è anche un attestato di stima verso la nostra manifestazione e il nostro gruppo di lavoro che ci lusinga molto e ci stimola a cercare di realizzare la granfondo a tutti i costi, pur nel rispetto delle normative anti covid che saranno in vigore in quel momento”.

Due i percorsi: il lungo di 240 chilometri, con quasi cinquemila metri di dislivello (e le salite a Cima Campo, Passo Manghen, Passo Rolle e Passo Croce d’Aune) ed il medio che proporrà un dislivello di 3200 metri distribuiti su 120 chilometri (salite a Cima Campo, l’inedita salita a Passo Broccon attraverso la Val Malene e poi le rampe del muro di Ronche-Rugna a Lamon).

Per informazioni e dettagli, scriveteci cicloweb@hotmail.com

Condividi su  -