20210428_092747b-min.jpg

Sappada

E’ il comune più “giovane” ed alto del Friuli Venezia Giulia. Giovane perché vi è entrato nel 2017, alto perché supera Sauris di poco più di trenta metri, posizionandosi a 1250 metri di quota.
E’ un’isola linguistica germanofona: si chiama Bladen in tedesco e Plodn nella variante locale.
Nove delle sue quindici frazioni presentano ancora caratteristiche tradizionali anche se ormai non sono più così "distanti" una dall'altra: a Pill, Mühlbach, Cottern, Hoffe, Fontana, Kratten, Soravia, Ecche e Puiche sono presenti le antiche e tipiche case (blockhaus), che d'estate presentano tutte coloratissimi balconi fioriti, e stalle in legno costruite col sistema dell'incastro delle travi detto blockbau.
E’ friulana ma fa parte della Magnifica Comunità del Cadore ed è l’unico comune non veneto attraversato dal Piave.

Stiamo parlando di … Sappada, una delle località dolomitiche del Friuli Venezia Giulia.

Alle più belle pedalate, alle migliori uscite in mountain bike abbiamo dedicato questa pagina www.cicloweb.net/bicicletta/b-friuli/newsappada.htm

E per le passeggiate? Questo è il link: www.cicloweb.net/trekking/t-friuli/trekkingsappada.htm

Entrambe sono state realizzate in collaborazione con www.sappadadolomiti.com

Ma cosa c’è alla base della tradizione germanica di Sappada/Plodn/Bladen/Sapade (in italiano/dialetto/tedesco/friulano)?
"Una leggenda racconta che a stabilirsi nella valle furono, intorno all'anno Mille, alcune famiglie tirolesi scese verso sud per fuggire al “regime” di conti particolarmente tirannici. La leggenda vuole che si trattasse di quindici famiglie, che avrebbero fondato le quindici borgate che tuttora costituiscono il paese. Isolati a 1250 metri in una vallata di montagna, chiusa fra passi alpini percorsi all'epoca solo da ardui sentieri, i loro discendenti conservarono e tramandarono la lingua e cultura tedesca, senza badare troppo a chi si alternava a dominarli”, dal sito www.bandierearancioni.it

PS: numerosi rustici in legno, risalenti all’Ottocento si trovano anche a Cima Sappada, ma elencarli prima avrebbe risolto l’indovinello!

Condividi su  -