dragone-min.jpg

GranFondo del Dragone

Il 29 agosto 2021, l’ultima domenica del mese estivo per eccellenza, si terrà la prima edizione della GranFondo del Dragone, una manifestazione ciclistica che si snoderà tra la città di Belluno e le sue eccellenze turistiche: l’Alpago ed il Nevegal.
L’evento sarà organizzato dall’Associazione Sportiva Dilettantesca Dolomiti PSG, impegnata da sedici anni nell’organizzazione della Mezza Maratona di Natale, la Santa Klaus Running e la GranFondo di Asolo (che quest’anno si terrà il 4 settembre).
Ma perché Dragone? Questo animale mitologico compare nello stemma del Comune di Belluno ed è protagonista di diverse leggende ambientate nel lago di Santa Croce, uno specchio d’acqua che si trova a pochi chilometri dalla città veneta.
La corsa si svolgerà su un percorso di centoventi chilometri con circa tremila metri di dislivello: da piazza dei Martiri di Belluno si salirà tra Alpago e Limana, passando per malga Cate, Pieve dl’Alpago, Valpiana e Valmorel, con la salita di Ronce, per chiudere le fatiche sullo sterrato che porta in cima al Nevegal.
Il 24 maggio 2021 il Giro d’Italia passerà da queste parti e percorrerà alcuni tratti della neonata GranFondo. Una data non casuale, nella ricorrenza della dichiarazione di guerra del 1915, e celebrata dalla canzone del Piave. Dieci anni fa, sempre il 24 maggio, Alberto Contador arrivò in vetta al Nevegal in un finale davvero appassionante.
L’evento è stato fortemente voluto dal comune di Belluno e al momento gode anche del patrocinio del Comune di Limana.

«Manifestazioni come questa, che possono richiamare centinaia, se non migliaia di partecipanti, sono un grande strumento di promozione del territorio. - commenta l'assessore allo sport del Comune di Belluno Marco Bogo – Nel 2021 con questa gara, il passaggio del Giro d'Italia e l'arrivo della penultima tappa del Giro Under 23 in Nevegal a Pian Longhi si rafforza il legame tra il nostro territorio e le due ruote. Confidiamo che la Granfondo del Dragone, frutto di un grande lavoro di squadra con gli organizzatori e i territori vicini, possa diventare un appuntamento fisso, anche legato ad anniversari importanti come i cinquant'anni della scomparsa di Dino Buzzati nel 2022. Il passaggio per i territori prealpini di Belluno, Limana, Alpago e Ponte nelle Alpi è anche l'occasione per ragionare e confrontarsi sulle problematiche di queste aree e per studiare possibili soluzioni e interventi per contrastarne lo spopolamento. Un grande ringraziamento va quindi alla società Dolomiti PGS che, in questo difficilissimo momento per gli organizzatori di eventi, hanno voluto e saputo raccogliere la sfida, proponendo una gara dall'alto livello tecnico e dalle enormi potenzialità turistiche e promozionali».

Sede logistica dopo l’arrivo della granfondo sarà il complesso di Pian Longhi, sul Nevegàl.         

Per informazioni www.gfdeldragone.com o info@gfdeldragone.com

Condividi su  -