terrazza Rifugio Luigi Gorza-min.jpg

Festival del Respiro ad Arabba

Da domani, giovedì 20 agosto, il rifugio Luigi Gorza, posto a 2478 metri di altezza sull’antica “via del pane” che collegava la val di Fassa alla val Fiorentina, ospita uno degli appuntamenti più interessanti dell’estate di Arabba: il “Festival del Respiro”, quattro giorni di incontri, talks e laboratori esperienziali dedicati alla più semplice e automatica delle nostre azioni.
Appuntamenti gratuiti e aperti a tutti per parlare di respirazione in tanti modi diversi, con esperti, scrittori, atleti. Perché un respiro consapevole è alla base di un corpo in salute.

20 agosto, ore 13.30: l’Associazione Culturale MontagnAmbientEnergia MAE propone un’accattivante sequenza di incontri che affronta il rapporto respiro-uomo-montagna da tre originali prospettive. La Dott.ssa Teresa Anzelini con “Emozioni e ambiente. Il "sentire" che nutre” parlerà di come arricchire l'umano nella condivisione di sensazioni e stati interiori; Claudio Boniatti con “L’armonia del respiro nel cammino” offrirà un laboratorio esperienziale sul respiro consapevole nella camminata; Irene Bottura con “SensorialiArmonie Il respiro profondo” invita a un bagno sonoro con campane armoniche e voce.

21 agosto, ore 14.00: Marco Mardollo, direttore tecnico Y-40 – The Deep Joy (la piscina più profonda del mondo, 42 metri, a Montegrotto Terme in provincia di Padova), parlerà dell’apnea come disciplina sportiva, con sperimentazione di alcune tecniche, allenamento “a secco”, respiro ad alta quota e illustrerà l’importanza dell’apnea come aiuto negli sport di montagna.

22 agosto, ore 14.00: Con “Qi Gong: un viaggio al centro di sé, tra respiro consapevole e movimento cosciente” l’A.S.D. Stone Temple Tao del maestro Giuseppe Paterniti Lupo, prima scuola in Veneto ad offrire un programma didattico completo ed esaustivo di Tai Chi e Qi Gong con attività finalizzate all’introspezione, all’autoconoscenza e all’ampliamento della consapevolezza, presenterà la disciplina del Qi Gong e sperimenterà assieme al pubblico una sessione di questa pratica.

23 agosto, ore 14.00: Conversazione con lo scrittore Matteo Righetto sul tema della letteratura di montagna e sul respiro della montagna (inteso come l’orizzonte di sviluppo, la montagna nella cultura “turistica” odierna). Righetto è inoltre ricercatore EASLCE e membro del comitato etico-scientifico di Mountain Wilderness, nonché docente di Lettere e di Letteratura Ambientale e del Paesaggio presso l'Università degli Studi di Padova.

Per informazioni scrivici una mail: cicloweb@hotmail.com

Condividi su  -