bookofthealps-min2-min.jpg

Book of the Alps

Marmota è un nome noto a chi frequenta i social: infatti, se Instagram "si accorge" che l'utente è interessato alla montagna ed agli sport alpini non esita a proporre le sponsorizzate di questa società tedesca.

Mappe tematiche, stampe, calendari ed ora un libro. Disponibile in inglese e tedesco Book of the Alps è il primo libro a cura di Marmota ed è focalizzato sulla principale catena montuosa europea, le Alpi appunto.

Quasi trecento pagine con più di mille tra grafici, illustrazioni e cartine divise in sette aree tematiche. Formato da piccola enciclopedia con copertina rigida e rilegatura di qualità.

Ma apriamo questo Book of the Alps!

Si parte, ovviamente, dalla geografia, una prima necessaria fotografia per inquadrare la catena ma anche una storia da raccontare visto che, come è evidente in particolare nell'ultimo periodo, l'ambiente naturale è un sistema in perenne divenire. Passi e vette, laghi e fiumi, dunque, da ovest ad est.
Un territorio sono anche i suoi abitanti e dunque spazio alla flora ed alla fauna e poi all'uomo cui sono dedicate diverse sezioni: alpinismo, sport, società ed economia, arte e cultura. Non vengono certo trascurate religione e leggende, aspetti davvero curiosi.
Anche chi può vantare la conoscenza del territorio saprà trovare qualcosa di nuovo da indagare ed approfondire.
Prima di passare dall'ambiente naturale alle attività umane c'è una doverosa sezione dedicata al clima ed alla meteorologia.

Cosa rimane dunque di Book of the Alps? La sensazione di aver accumulato un bagaglio di conoscenze, un'innumerevole serie di spunti da approfondire e di avere in mano un libro che può rappresentare un'idea regalo per chi desidera iniziare a conoscere le Alpi.
Come sono cambiati i tempi di conquista dell'Eiger? Come si formano le nubi? Quali sono le religioni delle Alpi? E le vette più alte settore per settore? Come si è evoluto il settore turistico nell'ultimo secolo?
Sono cinque delle centinaia di domande cui questo libro risponde. Ed il merito, come già anticipato, è quello di stimolare nuove domande e nuove curiosità.

PS: al libro hanno collaborato l'AVS (il "CAI dell'Alto Adige Sudtirol") e le associazioni alpine di Austria e Germania: questo spiega uno sbilanciamento sul settore germanofono delle Alpi che, insieme al poco spazio dedicato alle ciaspole, può essere evidenziato come lato debole di un'opera che, comunque, riteniamo simpatica e consigliabile!
Per acquistarla è sufficiente visitare questo sito: https://marmotamaps.com/en/book-of-the-alps/

Condividi su  -