Ciclabile Rankipino.jpg
Immagini dall'alta val di Non
trekking1.jpg
Trentino

Maddalene

Delimitata a nord dalla catena delle Maddalene, ad ovest dalla val di Sole, a sud dalla diga di Santa Giustina ed a est dalla Mendola l'alta valle di Non racchiude in sè le valli di Rumo e Bresimo e l'Altopiano del Mezzalone. Il fascino della zona, intima e segreta, è dato da un ambiente naturale quasi intatto, da cime suggestive e da castelli, palazzi e residenze della nobiltà rurale di un tempo che fu.


RANKIPINO
La Pista rampi pedonale “RankiPino” si sviluppa nel cuore del territorio delle Maddalene e collega il Passo delle Palade alla località Mostizzolo, che corrisponde all'imbocco della pista ciclabile della Val di Sole.
Per lunghi tratti sterrata, è accessibile a tutti e non presenta difficoltà tecniche; sono presenti solo alcuni brevi tratti ripidi che richiedono attenzione per i meno esperti.  Il percorso “Rankipino” attraversa cinque centri abitati compresi nell’area delle Maddalene: Senale, Rumo, Preghena, Bresimo e Cis. 
Il tratto compreso tra il paese di Cloz e la località “Frari” tra Revò e Rumo si presenta perfettamente pianeggiante poiché segue un vecchio canale irriguo e può essere percorso con facilità nelle due direzioni da tutti. Sopra il paese di Cloz lungo il tracciato si trova ora il nuovissimo Bicigrill Red!


PASSO FRESNA
Si sale da Rumo su strada bianca sino al passo Fresna, 1462 mslm, passando per la frazione Lanza ed il maso Stasal pedalando su una verde vallata. Dal passo si scende verso Proves (km 5), enclave di lingua tedesca in val di Non, da cui in discesa si torna al punto di partenza con cinque chilometri di strada asfaltata.


MALGA BREDOLONA
Da Cis (749 mslm) si sale a Bresimo (1055 mslm) per un totale di duecentosettanta metri di dislivello. Da Bresimo sempre su asfalto si giunge a malga Bredolona Bassa (1800 mslm) e poi malga Preghena di Sotto, costeggiando il torrente Barnes. In totale tredici chilometri poco tortuosi ed abbastanza impegnativi. La mountain bike è necessaria per salire oltre sino alla malga Bredolona Alta, 2100 mslm, collocata ai piedi di cime che sfiorano i 3000 metri come la Punta di Quaira o la Cima Tuatti.


QUI SI PARLA TEDESCO
Da Cagnò (675 mslm) si sale a Revo (725 mslm) dove si devia verso Lauregno: lungo il tragitto due muri mettono a dura prova gambe e fiato.
Questa strada asfaltata corre tra boschi di larici ed abeti e porta, in cinque chilometri di salita, al bivio per Tregiovo dove si gira verso Lauregno, enclave tedesca a 1148 metri di altitudine.
Da Lauregno si sale ulteriormente alla seconda enclave tedesca, Proves: prima pendenze costanti e non ardue, poi uno strappo molto severo. Da Proves si scende su provinciale sino a Rumo (km 5 di discesa) e poi, attraverso Livo, di nuovo a Cagnò (da Rumo altri cinque chilometri).


MALGA CLOZ - MALGA DI REVO'
La partenza dell'itinerario, lungo solo sei chilometri con un dislivello di trecento metri, è dai masi di Proveis (Matzlaun), a 1450 mslm.
La località è facilmente raggiungibile da Revò e Rumo.
Si seguono inizialmente le indicazioni per la malga Cloz, una stradina su fondo sconnesso che talora costringe a scendere dalla sella.
Dopo poco si oltrepassa un cancello e si esce dal bosco per trovarsi su un pascolo d'alta quota: ci si tiene bene sulla dorsale di destra per raggiungere in breve la malga di Cloz, a 1732 metri di quota (km 2.1).
La veloce discesa inizia con un tratto pianeggiante di circa ottocento metri: in direzione ovest si incontra la malga di Revò dove si prende il sentiero n.11 che si trasforma presto in una mulattiera.
Dopo circa un chilometro dalla malga di Revò si guada un torrentello che porta sull'altro versante della valle, si continua a scendere fino ad immettersi sulla strada asfaltata che riporta ai masi di Proveis.


MALGHE BORDOLONA E PREGHENA
Ventitrè chilometri con milleduecentocinquanta metri di dislivello in salita per questo itinerario circolare con partenza ed arrivo a Bresimo (1056 mslm).
Si prende subito dal paese in direzione della malga Bordolona Bassa che si raggiunge dopo circa nove chilometri (1806 mslm). Quattrocento metri dopo si incontra un bivio: si prende a destra ed in poco meno di tre chilometri si perviene alla malga Bordolona alta (2084 mslm). E' il momento di una prima discesa: si torna al bivio precedente dove si sceglie l'altra strada.
In meno di due chilometri, agevoli, si arriva alla malga Preghena bassa (1925 mslm).
Da qui si prende subito a destra fino a malga Preghena alta: 2084 metri di quota raggiunti su pendenze di vario impegno. Si ridiscende sino a malga Preghena bassa e si gira a destra in direzione sud per scendere e rientrare dopo circa sei chilometri al punto di partenza.


MALGA BREZ
Il punto di partenza è fissato a quota 950 mslm: da Revò o Rumo attraverso la località Frari si prosegue sino al bivio per Lauregno (a dx) dove si parcheggia l'auto. L'itinerario misura venticinque chilometri con un dislivello totale di ottocentocinquanta metri. Dal bivio si prende la strada provinciale asfaltata per il paese di Lauregno, si oltrepassa il paese e si sale sino al passo di Brez (quota 1397 mslm, km 5.5). In prossimità del passo si prende la stradina bianca di sinistra in direzione nord. Dopo alcuni metri si trova il cartello di divieto (verificare che le norme consentano ancora la percorrenza in mtb). Si prosegue su strada con fondo ottimo ed a tratti piana sino ad incrociare un bivio (km 7.3): una strada scende a sinistra, un'altra sale a destra. Si prende quella centrale in leggera salita: al km 8.5 si arriva in una zona pianeggiante con un pascolo recintato ed alcune baite, detta "gran palu". Si continua in salita prendendo a destra in direzione nord, tenendo sempre la strada principale che presenta sempre un ottimo fondo sino a raggiungere dopo circa 12.5 km la malga di Brez (1845 mslm). Dalla malga si prosegue per il sentiero 114, dopo poco si giunge ad un pascolo con una croce in legno. Di qui ci si dirige in direzione nord-ovest attraversando il pascolo verso il bosco: ricompaiono le indicazioni bianco-rosse del sentiero 114. Il sentiero, sconnesso ma praticabile, si percorre senza possibilità di errore fino alla malga di Lauregno (1780 mslm). Dalla malga si scende per la strada ben tenuta che conduce ad un cancello che delimita il pascolo.
Dopo poco in discesa si giunge ad un ampio bivio con panche in legno. Tre le possibilità di discesa:
a - la strada di destra verso la provinciale della val d'Ultimo;
b - la strada centrale, che scende a Siniblana e poi sulla provinciale citata;
c - la strada di sinistra che con un percorso facile e panoramico porta al passo di Brez.


Dal sito www.salite.ch, le altimetrie di alcuni passi nei dintorni:
- passo Palade,versante trentino;
- passo Palade, versante sudtirolese;
- passo Mendola, da Appiano;
- passo Mendola, dalla val di Non;
- passo del Castrin, da Lana (BZ);
- passo del Castrin, dal Trentino

Condividi su  -