MTB ®BartekWolinski (5).jpg
MTB ®BartekWolinski (scorri la gallery!)
MTB ®CFreeman (6).jpg
CFreeman racconta con questi scatti l'emozione della mtb a Livigno e dintorni
MTB ®CFreeman (7).jpg
CFreeman racconta con questi scatti l'emozione della mtb a Livigno e dintorni
MTB ®CFreeman (9).jpg
CFreeman racconta con questi scatti l'emozione della mtb a Livigno e dintorni
livigno5.jpg
In mtb attorno a Livigno (scorri la gallery!)
livignomtb.jpg
Lombardia

Livigno

Già nel '600 i Grigioni, "padroni" della Valtellina, stabilirono la piena autonomia di Livigno in materia economica e giuridica. Inoltre, data la particolare situazione geografica, Livigno fu garantita con benefici extradoganali sin dal 1805 anche da parte di Napoleone. Benefici confermati nell'anno 1818 dall' Austria-Ungheria, ribaditi dall'Italia nel 1910 e rinnovati dalla allora C.E.E. nel 1960.
Famosa per la sua natura di "porto franco", Livigno offre uno straordinario contesto in cui dedicarsi alle proprie pedalate. La valle - spesso definita un piccolo Tibet - è infatti il punto di congiunzione tra i parchi nazionali dello Stelvio e dell'Engadina, i più grandi d'Europa, rispettivamente in Italia ed in Svizzera. Un'immensa riserva naturale, un ambiente quasi incontaminato, ricco di flora e fauna, popolato da marmotte, stambecchi, cervi, camosci, dall'aquila reale, dal gipeto, dal gallo cedrone che prolificano tra i prati, i boschi, i maggenghi, gli alpeggi caratterizzati da tutte le varietà di fiori e piante tipicamente alpine.
Dal 3 agosto 2013 il lago di Livigno è navigabile ed è un originale sfondo d'alta quota per imprese in windsurf, rilassanti gite in barca o faticose pagaiate in kayak. Il lago, tuttavia, non è comunque balneabile.

VAL FEDERIA
In dieci chilometri ci si addentra in val Federia fino alla malga omonima pedalando su una strada sterrata dalle pendenze alterne: il dislivello è leggermente inferiore ai 500 metri.
Tale strada è individuabile facilmente lungo la via che porta da Livigno al vicino lago: sono presenti alcune segnalazioni per Val Federia.
Salita difficile, per mtb.


PASSO DEL FOSCAGNO - PASSO D'EIRA
Livigno si trova ad oltre 1800 mslm: relativamente facile, quindi, raggiungere i passi che superano di poco i duemila metri.
A 2200 mslm si valica il passo del Foscagno mentre è leggermente più elevata la quota del passo d'Eira, 2291 mslm.
Quest'ultimo si conquista in poco più di tre chilometri ad una pendenza media dell'8%.
Per arrivare al passo del Foscagno bisogna scendere oltre Trepalle (2020 mslm, km 13) una volta superato l'Eira e poi salire agevolmente fino al secondo valico (sei chilometri di salita da Trepalle e dislivello di 250 metri).
L'itinerario di andata e ritorno risulta dunque un vivace saliscendi con un dislivello totale di 400 + 200 metri (Eira + Foscagno) all'andata e 200 al ritorno (altro versante dell'Eira).
Ulteriori dettagli su queste salite grazie a www.salite.ch
- passo d'Eira, da Livigno;
- passo d'Eira, da Trepalle;
- passo del Foscagno, da Trepalle.


FORCOLA DI LIVIGNO

Il dislivello di quasi cinquecento metri porta dai 1820 mslm di Livigno ai 2315 mslm della Forcola.
La salita è "annacquata" in quanto i chilometri da percorrere sono ben quattordici, ma nel finale la strada si impenna fino al 10%.
Ottimo il panorama sulla valle di Poschiavo dalla Forcola, punto di confine con la Svizzera.
Superata la dogana si può anche domare il passo Bernina, 2330 mslm. Per questo bisogna scendere all'incrocio con la statale del Bernina (2100 mslm) e poi risalire per tre km al 7% di media.
Ulteriori dettagli su queste salite grazie a www.salite.ch
- Forcola di Livigno, da Livigno;
- Forcola di Livigno, versante elvetico;
- passo del Bernina, versante di Poschiavo.


VAL ALPISELLA

Percorso difficile, per mountain bike.
Si tratta di un bell'itinerario, su sentiero, che porta a scoprire e conoscere le sorgenti di Adda e Spol, importanti immissari di Po e Danubio. In pratica ci si muove su un importante spartiacque europeo.
I chilometri da percorrere sono circa dieci da Livigno e quindi la pendenza media del tracciato non è severa.
Giunti ai 2268 metri di quota del passo dell'Alpisella si può tornare indietro dalla via di salita oppure scendere verso i bacini di San Giacomo e Cancano.



La cartografia è fornita da Kompass
Carta: K93 - Bernina Sondrio
Carta: K96 - Bormio Livigno
www.kompass-italia.com

Condividi su  -