Lavacchiello 01.jpg
Cascate del Lavacchiello
Lavacchiello 02.jpg
Cascate del Lavacchiello
Lavacchiello 03.jpg
Cascate del Lavacchiello
Lavacchiello 04.jpg
Cascate del Lavacchiello
Lavacchiello 05.jpg
Cascate del Lavacchiello
Lavacchiello 07.jpg
Colline reggiane all'alba
Autunno

Cascate di Lavacchiello

Un percorso breve, ma impegnativo perchè scosceso ed abbastanza esposto (compreso un guado di incerta lettura), porta alle splendide cascate del Lavacchiello dai dintorni della diga di Presa Alta.
I periodi migliori per la passeggiata sono l'inizio della primavera, quando lo scioglimento delle nevi alimenta la portata delle cascate, e l'autunno che tinge il paesaggio di colori straordinari.
Dal paese di Ligonchio si raggiunge, in auto, in mtb oppure a piedi lungo un sentiero, la diga Enel di Presa Alta. Da qui si segue il sentiero 635. Una ripida discesa conduce al guado del torrente Ozola: prestare molta attenzione nel superare il torrente, la corrente è forte ed i sassi possono essere scivolosi. Superato questo guado si inizia a salire con decisione percorrendo anche alcuni brevissimi tratti abbastanza esposti. In mezz'ora si raggiungono le cascate da ammirare a lungo.
Si rientra sul percorso di salita. Riservato a chi ha esperienza e piede fermo.

Ben più lungo, ma meno scosceso, un tracciato che attraversa i Prati di Sara, sotto al monte Cusna, per scendere alle cascate dall'altro versante.

Clicca per aprire un pop-up (verifica che non siano disabilitati) e visualizzare così una mappa d'insieme di questa escursione!

Condividi su  -