03 - Chiusa.jpg
Chiusa
04 - Chiusa.jpg
12 - Una vista del monastero di Sabiona,tra boschi e vigneti, salendo a Villandro.jpg
Una vista sul monastero di Sabiona
31 - Alpe di Villandro.jpg
Alpe di Villandro
380 - Signato.jpg
Signato, chiesa tra i vigneti
81 - Autunno al Renon.jpg
Renon, incantevole in autunno
83 - Autunno al Renon.jpg
90 - Autunno al Renon.jpg
Autunno

Chiusa, Villandro ed il Corno di Renon

Un bel percorso circolare che in autunno esprime tutte le sue potenzialità. 

Si parte da Bolzano, dalla stazione ferroviaria perché, dato uno sviluppo chilometrico non indifferente, è preferibile arrivare a Chiusa in treno. Sono pochi minuti ed i treni, in Alto Adige, accolgono volentieri le biciclette. Da Chiusa si sale con decisione verso Villandro e malga Gasser: i chilometri sono faticosi ma alleggeriti da un bel panorama che si apre sui vigneti, sulla val d'Isarco ed offre uno splendido affaccio sull'antico monastero di Sabiona. Il dislivello di oltre milleduecento metri, dai 523 mslm di Chiusa ai 1754 mslm della malga Gasser, è colmato in circa sedici chilometri.
Oltre malga Gasser l'asfalto lascia spazio allo sterrato e la salita concede qualche tratto dove respirare: è infatti piuttosto lungo, e tortuoso, il percorso che conduce in vetta al Corno del Renon (2260 mslm): si raggiunge in poco più di sei chilometri.
I panorami dalla vetta sono infiniti: si ammira tutto il percorso di salita, da malga Gasser alla vetta, e poi lo sguardo si allarga alle Dolomiti. La vista, verso est, abbraccia Odle, Puez, Sella, Sassolungo e SassopiattoLatemar. Verso ovest, spiccano le Alpi Venoste.
E' il momento della discesa: l'intuito guida lungo gli sterrati che dal Corno del Renon conducono fino a Pemmern, stazione di partenza della funivia verso la vetta. Da qui si riprende l'asfalto e la strada verso Bolzano, passando per diversi paesi del Renon, tra cui Collalbo, dove, volendo, si può deviare ed ammirare le Piramidi di Terra di Longomoso, e Auna di Sotto.
In tutto la discesa fino a Bolzano (321 mslm) misura 27 km.

A piedi si può raggiungere la vetta del Corno di Renon a partire da malga Gasser (parcheggio): la salita è lunga ma priva di passaggi ripidi o esposti. E' necessario calcolare circa 3h per la salita e poco meno per la discesa: praticamente tutto il percorso si svolge su un'ampia traccia forestale, sterrata, con qualche taglio tra la vegetazione d'alta quota. Raggiunta la base della cima si può oltrepassare un muretto e risalire la cresta nordoccidentale della montagna fino alla vetta.

Condividi su  -